© foto di Marco Rossi/TuttoCesena.it

Al Crotone manca un punto e poi potrà festeggiare la promozione in Serie A. “Ma non è più una sorpresa”, le parole di Andrea Campagnolo sul piccolo miracolo portato quasi al termine dai calabresi. L’ex portiere di Catania, Cesena e Cagliari, al microfono di Tuttomercatoweb.com, ha poi proseguito: “Il Crotone ha disputato una stagione straordinaria, in tutto e per tutto. La squadra non ha mai mollato, merita anche più del Cagliari di andare in Serie A”.

Passiamo ai sardi, come vede questo momento? “Hanno diversi punti di vantaggio da poter gestire tranquillamente ma, a differenza del Crotone, devono fare i conti con la pressione. Il Cagliari, dalla prima giornata, ha il fiato sul collo. Io ho giocato lì, l’ambiente non è facile. C’è stato un calo, ma ci può stare. Il Cagliari ha un potenziale superiore a tutti, ma ha pressione. Il Crotone gioca e si diverte, ma anche i sardi andranno in Serie A”.

Il Trapani, invece, è terzo in classifica. “I siciliani stanno facendo benissimo, sono stato allenato da Cosmi a Siena e sono felice per il mister. Dopo un po’ di tempo fuori dal giro, è tornato a grandi livelli e si sta togliendo tante soddisfazioni. È una persona sanguigna, so cosa può dare al gruppo”.

Passiamo a Lei, che allena i portieri nelle giovanili del Cittadella. “L’esperienza procede molto bene, con la Beretti stiamo facendo bene. La prima squadra ha vinto il campionato con tre turni di anticipo, quindi l’anno prossimo saremo impegnati con la Primavera. A titolo personale, va molto bene. Sono stato allenato dai migliori, per questo sono preparato. Mi piacerebbe fare una esperienza in prima squadra, credo di avere le carte in regola. Spero di fare questo salto di qualità, ma al momento mi godo i ragazzi. Ora sono felice così, poi si vedrà”.