© foto di Federico De Luca

Gigi Buffon è stato decisivo anche ieri sera contro la Fiorentina parando un calcio di rigore a Kalinic e opponendosi poi anche sulla ribattuta. Passa il tempo ma il portiere bianconero continua ad essere un protagonista assoluto. Ne abbiamo parlato con Ivano Bordon ex portiere e suo preparatore prima alla Juventus e poi in Nazionale. “Gigi ha confermato tutto il bene che si poteva già dire su di lui. Ha 38 anni ma è ancora all’apice di una carriera stupenda – dice a Tuttomercatoweb.com – e perfetta. Bisogna fargli ancora i complimenti”.

Quanto c’è di Buffon nello scudetto della Juve?
“Ci sono stati momenti in cui, come ieri sera, la Juve poteva andare in difficoltà. Ci ha pensato lui a risolvere i problemi. Una grossa percentuale del titolo va anche a Buffon: tra l’altro nel periodo iniziale del campionato la squadra ha incontrato alcuni problemi e gigi da leader ha saputo spronarla a ritrovarsi”.

Tra due anni lo vede titolare ai Mondiali?
“Se si mantiene a livello fisico assolutamente sì. Due anni sono lunghi ma credo che possa farcela”.