© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

Il Tribunale di Como ha dato ragione a Enzo Angiuoni, che chiedeva di essere sollevato da una garanzia fidejussoria di 700.000 euro circa sul mutuo di Orsenigo, mettendo nei guai il Como calcio. Si tratta infatti di un primo passo che potrebbe portare anche all’avvio della procedura fallimentare come spiega La Provincia. Il tribunale ha ordinato alla società di liberarlo entro trenta giorni dalla fidejussione o di presentare congrue garanzie personali per togliere ad Angiuoni ogni rischio. Se questo non avverrà per ogni giorno di ritardo il Como dovrà pagare 500 euro di multa. “Il Tribunale ritiene – si legge nel documento emesso – che la società versi in uno stato di insolvenza in quanto impossibilitata a fare fronte regolarmente all’attività imprenditoriale e a soddisfare secondo parametri di normalità le esposizioni debitorie”. Una grana in più per il Como che lunedì prossimo dovrà provvedere al pagamento degli stipendi, obbligo finora sempre rispettato dalla società lariana.