Radja Nainggolan ©Getty Images

Il centrocampista belga ha rilasciato un’interessante intervista

CALCIOMERCATO ROMA NAINGGOLAN INTERVISTA / ROMA – Da tempo è il desiderio di calciomercato di molti top club, ma Radja Nainggolan nel corso di un'intervista concessa ad 'As Roma Match Program' ha assicurato di sentirsi bene in giallorosso: "Sono onorato di essere in una squadra che punta in alto e di aver dato in questi anni il mio apporto. Tutti a Roma mi vogliono bene, tranne i ladri che mi hanno rubato a casa qualche giorno fa".

AMBIENTAMENTO – Nainggolan è stato il colpo del calciomercato Roma del gennaio 2014: "Ho avuto fortuna per la sfortuna che ha colpito Strootman. Sono venuto alla Roma quando Kevin si è infortunato, doveva essere per pochi mesi. Poi purtroppo il suo infortunio è stato peggiore di quello che ci si aspettasse e io sono ancora qua. Mi spiaceva per lui, ma io ho sempre pensato di fare il meglio per questa squadra e lo continuerò a fare fino all’ultimo giorno".

JUVENTUS – "La Juve è sempre stata la squadra da battere e comunque non mi vedrete mai con quella maglia".

ATALANTA – "Sarà una gara difficile. Noi stiamo bene e dobbiamo vincere. Anche a loro servono punti per raggiungere la salvezza matematica ma se giochiamo come sappiamo possiamo fare bottino pieno".

BOLOGNA – "Proprio come contro il Bologna sono le squadre che si chiudono che possono creare le maggiore insidie. Con queste squadre, possiamo andare in sofferenza a trovare spazi o sulle palle inattive, anche se non abbiamo subito molti gol così. Dovremmo fare attenzione e far andare la partita dove vogliamo noi".

SPALLETTI – "È più attento ai dettagli. Inoltre, gli allenamenti sono più lunghi e in partita stiamo meglio fisicamente. Poi le vittorie portano vittorie, si sa. Abbiamo cambiato mentalità come squadra”.

MERCATO – "Ogni anno a giugno sono nella lista giocatori in partenza, sin dal primo anno al Cagliari e poi sono rimasto lì per 5 anni… Lo stesso è successo a Roma già alla fine della prima stagione. Io posso solo dire che sono felice di stare qui e darò sempre il massimo con questa maglia".

SECONDO POSTO – "Con un distacco di sei punti cambia molto. Il Napoli deve perdere due volte, una contro di noi e anche un’altra. È difficile, ma fino a quando l’aritmetica non ci condanna dovremmo continuare a vincere a prescindere da quello che fanno gli altri".