© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Dopo tanto penare ed un girone di ritorno davvero difficile, inaspettatamente ricco di sconfitte, la salvezza è ora realtà, a breve una certezza matematica. Bologna e Sampdoria hanno potuto finalmente festeggiare ieri il raggiungimento dell’agognata “quota 40”, quella universalmente riconosciuta come sufficiente per assicurarsi la permanenza in Serie A anche nella stagione successiva. In realtà, gli ultimi anni hanno dimostrato come possa bastare molto meno per confermarsi in massima serie, ma la boa dei 40 punti rimane un riferimento costante per tutte le squadre di bassa classifica.

Entrambe alla ricerca di una stagione tranquilla, entrambe costrette ad un cambio di tecnico, entrambe hanno potuto ieri festeggiare dopo un periodo non facile, sconfiggendo rispettivamente Genoa e Lazio: vittorie non facili, contro squadre motivate a regalare ai propri tifosi un finale di stagione migliore rispetto al deludente campionato disputato. Ma la voglia di salvezza e di tre settimane di serenità di felsinei e doriani ha avuto la meglio: l’anno prossimo si sfideranno ancora, in massima serie.