© foto di Federico Gaetano

Durante la conferenza stampa odierna il presidente del Bari Gianluca Paparesta ha parlato dell’ingresso di Datò Ahmad Noordin e delle prossime mosse per far crescere il club: “In due anni abbiamo lavorato al meglio anche per costruire un’immagine internazionale e continueremo su questa strada anche grazie all’arrivo di Datò. Dobbiamo dotarci di uno stadio di proprietà e moderno perché da qui passa la crescita del club e del calcio italiano in generale. Ne abbiamo discusso sia con Datò sia con il sindaco di Bari e riteniamo che sia necessario analizzare al meglio le opportunità per migliorare il San Nicola. – continua Paparesta – Abbiamo parlato della possibilità di realizzare anche il centro sportivo sul modello tedesco che è un aiuto anche all’integrazione fra giovani di nazionalità e origini diverse. Vogliamo prendere spunto dai centri federali tedeschi per poter costruire qualcosa di simile e far crescere questi giovani accanto alla prima squadra. Inoltre dotare il centro di un centro medico all’avanguardia e di una foresteria per ospitare giovani stranieri. Sarà un progetto che richiederà tempo e investimenti e vogliamo coinvolgere tutte le realtà locali”.