Si continua a parlare della trattativa per l’acquisto del 50% delle quote azionarie del Bari da parte di Datò Ahmad Noordin. Secondo quanto riportato da La Gazzetta del Mezzogiorno, non sarebbe ancora arrivato il bonifico valevole come caparra da parte del malese. Alcuni cavilli burocratici starebbero infatti ostacolando il trasferimento di capitali. Nulla che potrebbe pregiudicare il buon esito dell’operazione la cui chiusura è attesa per maggio.