“Gli interessi economici di Datò Noordin Ahmad spaziano dal petrolio e gas al real estate, agli investimenti minerari, oltre che ai sistemi di difesa, avendo tra le altre cose svolto un ruolo centrale per oltre vent’anni per FinMeccanica di Malesia. Uomo di grande spessore morale, il suo impegno nel sociale è noto a tutti anche se per scelta non ha mai voluto pubblicizzare le sue attività filantropiche. Molto vicino alle istituzioni governative del suo Paese, vanta tra i suoi amici personali l’ex primo ministro malese e l’attuale premier”. Questo recita un dispaccio distribuito ai giornalisti presenti nel colonnato del palazzo della città metropolitana.