© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com

Conferenza stampa in casa Bari per Andrea Camplone, tecnico dei pugliesi. Queste le parole raccolte da TuttoBari.com sulla gara di domani in casa del Livorno: “Speriamo di ottenere la terza vittoria di fila in trasferta. Ma non sarà una partita facile. Il Livorno è una squadra di categoria, una squadra aggressiva. Non dobbiamo sbagliare l’approccio iniziale. L’atmosfera da loro non è delle migliori ma basta una piccola scintilla e i toscani potrebbero rigenerarsi. Sono in fondo alla classifica ma non bisogna sottovalutarli. Mi auguro che giochino a viso aperto così da lasciarci qualche spazio. Il Cesena, a causa delle tante assenze, si è chiuso in difesa ed ha giocato in contropiede e abbiamo fatto fatica a renderci pericolosi. Ormai mancano poche partite. La squadra sa cosa deve fare. Gli allenamenti contano fino a un certo punto. Il campionato rimarrà vivo fino alla fine. Forse è un bene che ai piani alti la lotta sia così accesa. Vogliamo arrivare ai play-off con tutta la rosa in ottime condizioni. La trattativa coi malesi? Sono voci che a noi non interessano. Noi pensiamo esclusivamente al campo. Siamo riusciti a recuperare una situazione particolare ed agganciare il terzo posto. Ma non abbiamo fatto ancora nulla. Voglio una squadra concentrata e cattiva contro tutto e tutti, a prescindere dall’avversario. Gare facili non esistono. Dobbiamo andare a Livorno e fare la nostra partita, che è fatta di corsa, tecnica ed attenzione. Voglio tanto movimento dai miei attaccanti, pochi punti di riferimento, fatta eccezione per la punta centrale. E voglio che attacchino il primo palo quando partono i cross. Vantaggiato è un giocatore che mi piace tanto. Ma non c’è solo lui. Ho seguito il Livorno perché a un certo punto c’era la possibilità che potessi essere il nuovo allenatore. E’ una grande società ma credo che abbiano cambiato troppi allenatori. De Luca non è ancora al 100%. Quando sarà a posto si giocherà il posto con i compagni”.