© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Dario Marcolin, tecnico dell’Avellino, ha parlato alla vigilia della gara contro il Perugia (fonte TuttoAvellino): “Bisogna ripartire dalla prestazione offerta contro il Pescara, con la squadra che ha creato e ha avuto le sue occasioni. Un Avellino che è piaciuto e credo sia quella la strada da percorrere. Domani sarà una partita difficile, ma alla nostra portata. Sia il nostro che quello del Perugia sono organici forti. Loro hanno qualità in avanti, noi sotto il profilo della condizione fisica abbiamo fatto un passo in avanti. Con due attaccanti vicini la squadra ne ha beneficiato. Nella ripresa c’è stata una grande reazione e soprattutto abbiamo cercato di giocare sempre palla a terra: una filosofia che l’Avellino potrà permettersi di avere. Pisano e Frattali? Pisano verrà convocato, mentre Frattali non verrà convocato per un fastidio all’anca. Abbiamo tre gare in otto giorni da giocare e non vogliamo rischiare. Il modulo? Il modulo si sceglie in baso a quanto fanno vedere i calciatori in campo. La squadra ha sempre giocato col 4-3-1-2 ed è giusto che sia questa la strada da percorrere. Io sono qui da tre settimane e forse ci si dimentica che abbiamo affrontato la prima in classifica e abbiamo giocato una buona gara col Pescara, sbagliando solo col Latina. Non voglio parlare di voci, se sono qui è perché c’erano dei problemi, ma io non faccio miracoli. Sbaffo e Bastien? Il secondo sta meglio fisicamente rispetto a Sbaffo che deve durare tutti i novanta minuti